MailUp: l'email marketing a servizio dell'Hospitality - Itervista a Giorgia Meroni

  • Update: 13/06/2017

Giorgia Meroni, project manager di MailUp, ha spiegato ad Upgrade l'importanza di integrare i sistemi di comunicazione all'interno di un hotel.

 

Comunicare contenuti nella maniera più adeguata è di fondamentale importanza affinché il messaggio che l'azienda intende trasmettere sia recapitato con successo alla persona giusta e nel momento giusto. L'email marketing e la marketing automation hanno un ruolo centrale nello svolgimento di questo compito e anche all'interno del settore turistico/alberghiero i vari player hanno compreso l'importanza di sfruttare strumenti di questo tipo per ottenere una comunicazione perfomante e migliorare il proprio business.

 

 I dati forniti durante la decima edizione del Web In Tourism da Giorgia Meroni, project manager di MailUp, parlano chiaro: la partnership con Terme di Saturnia ha permesso all'hotel di aumentare del 37% il numero di prenotazioni rispetto al 2016, aumentare del 25% il fatturato sempre in confronto all'anno precedente, ma soprattutto di registrare un +12% di conversioni da canale email. Dati che devono far riflettere a chi opera nel settore dell'Hospitality e ancora non ha integrato il proprio software gestionale con una piattaforma di email marketing. Per approfondire il discorso abbiamo raggiunto telefonicamente Giorgia Meroni con cui abbiamo parlato dell'importanza di integrare i sistemi di comunicazione all'interno di un hotel, dei vantaggi dell'email marketing per gli operatori turistici e della digitalizzazione del settore turistico.

MailUp ha l'opportunità di interfacciarsi con player provenienti da diversi settori. Qual è il grado di preparazione in tema di email marketing nel settore turistico e alberghiero?

È un settore che si è avvicinato da poco tempo a questo tipo di strumenti e quindi, rispetto ad esempio al mondo Retail, si trova in una posizione di leggera arretratezza dovuta proprio alla sua dimensione di neofita. L'interesse degli ultimi anni da parte degli operatori del settore alla materia ha però mostrato degli ampi margini di miglioramento e di crescita del settore in tale direzione. Nonostante i detrattori definivano l'email come uno strumento ormai obsoleto per fare marketing, tutti oggi fanno uso di piattaforme di email marketing per le loro campagne perché continuano a essere uno strumento che permette di incrementare le conversioni. Tutto ciò è chiaro anche anche a chi opera nel Turismo e nell'Hospitality: l'approccio iniziale è stato buono ma il percorso da affrontare è ancora lungo e deve includere molti più elementi, come ad esempio le operazioni derivate dalla marketing automation, ancora poco sfruttata nel settore turistico.

Nell'Hospitality è poi più facile ottenere i dati sul cliente...

Esattamente. Questo però è anche il blocco principale. Molti operatori, infatti, sono spaventati dai meccanismi di integrazione fra sistemi che hanno delle logiche proprie, ben definite. In realtà non è assolutamente così complesso far comunicare i sistemi fra di loro, ci sono tantissimi strumenti con cui è possibile far dialogare ogni tipo di canale e acquisire qualsiasi informazione su cui si voglia lavorare lanciando una campagna di email marketing o SMS e riuscire a profilare dei segmenti. Quello su cui bisogna lavorare è la conoscenza dello strumento e sulle sue capacità, in modo che l'hotel e la piattaforma di email marketing possano trovarsi sempre allineati ed evitare di raccogliere quantità enormi di dati senza poi riuscire a sfruttarne appieno il proprio potenziale.

Come ha preso vita il lavoro con Terme di Saturnia?

Su Terme di Saturnia va fatta una premessa che non sempre è valida per tutti gli hotel. Prima di entrare in contatto con MailUp il team della struttura aveva già fatto un ottimo lavoro sul proprio software gestionale, riuscendo a capire quali informazioni avesse senso mantenere e di cui avere lo storico e quali scartare. Al nostro arrivo è stata fatta prima un'operazione di consulenza per poter integrare al meglio il software dell'hotel alla nostra piattaforma, dal momento che si trattava di un software custom creato da loro, dopodiché è stata sviluppata una strategia per una comunicazione performante, studiando le modalità logiche con cui creare dei segmenti per cui effettuare degli invii mirati. Durante l'intervento al Web In Tourism abbiamo fatto l'esempio di San Valetino ma la stessa operazione può essere replicata anche per altre ricorrenze stagionali, festività o iniziative legate al centro stesso (servizi spa, gourmet, etc.).

Quali sono i vantaggi per un operatore turistico di integrare il proprio software gestionale con MailUp?

Il vantaggio principale è che grazie a MailUp si possono profilare i dati andando a creare dei segmenti specifici su cui intervenire con promozioni ad hoc. Integrare il software gestionale con una piattaforma di email marketing come la nostra consente di ottenere dei segmenti su cui andare a lavorare, in modo da creare comunicazioni rilevanti per la persona giusta, nel momento più adatto possibile, evitando gli invii massivi e ottenendo un ritorno non solo nelle conversioni ma anche nella reputazione del dominio mittente: più il database da cui partono le comunicazioni è attivo più il dominio mittente acquista credibilità e migliora la propria reputazione verso il client di posta.

Oltre a quella di Terme di Saturnia ci sono altre case history di successo di MailUp in ambito turistico/alberghiero?

Abbiamo moltissimi clienti in questo ambito. Un altro esempio di successo è senza dubbio quello di B&B Hotels, catena alberghiera nata in Francia che oggi conta un totale di 358 hotel sparsi in 6 paesi europei e Marocco. In questo caso MailUp ha lavorato insieme all’Università della Svizzera Italiana per analizzare un anno di attività di mailing B2C di B&B Hotels con l’obiettivo di identificare le potenziali relazioni esistenti tra la struttura delle email e una serie di indicatori KPIs: tasso di apertura, tasso di clic, aperture uniche. Tramite l’analisi di oggetto, contenuto e immagini delle email, lo studio ha portato a individuare gli elementi determinanti nel favorire i tassi di apertura e di clic, e a trarne delle best practice generali per il settore del turismo. Nello specifico lo studio ha mostrato come il tasso di apertura delle email sia fortemente influenzato dal mix di elementi testuali presenti. La narrativa vincente – quella con il tasso di apertura più alto –include menzioni di destinazioni, prezzi/offerte e benefit presenti in hotel. All’interno del messaggio risulta invece decisiva nella propensione al clic la presenza di incentivi o riferimenti alla loyalty, con call-to-action esplicite e mirate. Dal punto di vista dell’identità visiva, le immagini giocano un ruolo centrale: sempre variate e di qualità, hanno performance migliori quando rappresentano (nell'ordine) paesaggi, edifici e persone.

Share

Testimonials

Top